Tecnologia VPN – Configurare il tuo server vpn a casa

Senza alcun dubbio, l’utilizzo di una VPN è il modo migliore per salvaguardare la tua privacy e nascondere i tuoi dati online a chiunque sul Web. Tuttavia, la situazione che circonda i servizi VPN è complessa. Oltre a una vasta gamma di soluzioni commerciali, hai anche la possibilità di creare il tuo server VPN a casa. In quanto tale, questo è forse il modo migliore per assicurarti che la tua privacy sia intatta. Quindi, come puoi configurare il tuo server VPN a casa? Di quale attrezzatura hai bisogno e cosa comporta questo processo? Bene, stai per scoprirlo!

Prima di proseguire, abbiamo alcune informazioni utili. Prima di tutto, sappi che creare un server VPN per te stesso non è il processo più intuitivo. Lo consigliamo agli appassionati di tecnologia che hanno una conoscenza preliminare in termini di uso con hardware e software. Inoltre, tieni presente che questo non è un processo una tantum, poiché richiede di mantenere il tuo server VPN aggiornato e mantenuto. Ogni giorno vengono scoperte nuove vulnerabilità, quindi sia tu che il tuo fornitore di servizi dovete implementare queste correzioni. Se questo suona come un sacco di lavoro, potrebbe essere meglio usare una VPN commerciale. A tal fine, ti consigliamo un prodotto molto valido quale Nord VPN

Nel caso tu sia disposto ad approfondire, abbiamo preparato una guida pratica, che trovi di seguito. Imparerai cosa comporta la creazione del tuo server VPN a casa, quali sono i vantaggi di questa configurazione e cosa aspettarti realisticamente. Quindi, entriamo subito.

 

Comprendere le basi: di cosa hai bisogno per creare il tuo server VPN a casa?

Ci sono tre diverse opzioni per configurare un server VPN da solo. Tieni presente che, indipendentemente dalla piattaforma hardware che utilizzi, il processo di base per la configurazione del server è sostanzialmente lo stesso. Consigliamo vivamente di utilizzare OpenVPN  come software preferito per questo progetto. Puoi  scaricare OpenVPN  dal suo sito web ufficiale.

Di seguito abbiamo elencato i passaggi che devi eseguire per creare un tuo server VPN. Non entreremo in vari dettagli in questo momento, ma ci assicureremo di fornirti molte risorse in questo articolo. Quindi, ecco cosa comporta (generalmente) la creazione di un server VPN:

  • Scarica il software OpenVPN e installalo sul tuo computer;
  • Genera certificati e chiavi ;
  • Genera file di configurazione per server e client ;
  • Avvia il server stesso.

Non forniremo le istruzioni dettagliate per ogni piattaforma poiché OpenVPN ha creato ottimi documenti didattici insieme a guide per la risoluzione dei problemi. Il migliore con cui iniziare per la maggior parte delle persone è la loro  semplice Guida di Windows per OpenVPN . Farlo su Linux è un po ‘più complicato, ed è meglio cercare su Google le istruzioni relative alla specifica distribuzione di Linux che hai in mente. Ubuntu è il più popolare per gli utenti domestici e puoi trovare i documenti ufficiali di Ubuntu OpenVPN  al link precedente.

 

Come creare il tuo server VPN a casa? Quali sono le migliori opzioni in questo momento?

Infine, parliamo delle specifiche. In questo momento, hai tre opzioni praticabili di fronte a te. Puoi ottenere un router compatibile con VPN , ottenere un router DD-WRT e quindi installare manualmente una VPN oppure puoi  trasformare il tuo computer in un server VPN . Ti diamo una spiegazione di tutte queste opzioni.

Opzione n. 1: ottieni un router compatibile con VPN

Forse l’opzione più semplice per configurare un server VPN a casa tua è procurarti un router compatibile con VPN . Ci sono molte opzioni diverse là fuori e puoi scegliere tra vari tipi di marchi. Ti consigliamo quello che secondo noi è il router più adatto a questo tipo di lavoro, ma anche più versatile così da poter essere utilizzato in diverse configurazioni il router Netgear D7000-100PES

Netgear D7000-100PES
Ciò che è importante dire è che i router VPN sono dotati della loro interfaccia utente Web personale. Accedi al tuo router inserendo l’indirizzo IP corretto nel tuo browser Internet, e questo è il momento in cui inserirai un nome utente e una password. Questo aprirà un’interfaccia utente Web in cui puoi creare il tuo server VPN. C’è anche un’opzione per utilizzare una VPN commerciale e fornire i file OpenVPN corrispondenti, che vengono quindi caricati sull’interfaccia utente del router.

A seconda del tipo di router acquistato, è necessario eseguire una ricerca su Google su come utilizzarlo come server VPN. Come vedrai, questo processo richiede di accedere al tuo router e quindi modificare i file OpenVPN richiesti sul tuo computer (come spiegato nel segmento precedente di questo articolo).

Opzione n. 2: ottieni un router DD-WRT personalizzato

I router VPN menzionati in precedenza vengono forniti con la loro interfaccia utente Web individuale, alimentata dal firmware di serie. Tuttavia, esistono anche versioni di firmware di terze parti che è possibile eseguire il flashing sul router. In altre parole, sostituisci la versione di serie con una soluzione di terze parti molto più efficiente. A tal fine, si consiglia di utilizzare il firmware DD-WRT .

DD-WRT

Esistono molti potenti router DD-WRT  e tutti possono essere utilizzati come server VPN poiché questo tipo di firmware è dotato di un’interfaccia utente Web intuitiva ed estremamente potente. Dovresti anche sapere che DD-WRT ti dà il controllo completo sul tuo router, così come sulla tua connessione Internet, poiché ci sono numerosi parametri che puoi regolare. Non c’è da meravigliarsi che questo sia il firmware preferito da molti appassionati.

Quando si cercano router compatibili con DD-WRT, si consiglia vivamente di controllare questo database di router . Qui è dove puoi controllare l’elenco dei router supportati, in modo da evitare di commettere l’errore di acquistarne uno non supportato. Una volta che sei pronto per creare un server VPN da solo , troverai una guida incredibilmente dettagliata sul sito Web di DD-WRT (assicurati di utilizzare il collegamento fornito).

Opzione n. 3: trasforma il tuo computer di casa in un server VPN

Infine, siamo arrivati ​​al metodo più conveniente per creare un server VPN privato. Nel caso tu abbia un vecchio computer da qualche parte che raccoglie polvere, perché non trasformarlo in un server VPN? Sì, è vero: puoi utilizzare il tuo vecchio computer per elaborare il tuo traffico VPN, trasformandolo essenzialmente in un server dedicato. Tuttavia, come puoi immaginare, questo non è privo di svantaggi.

PC vpn server domestico

Puoi trasformare il tuo computer in un server utilizzando OpenVPN, ma tieni presente che il server (il computer che stai utilizzando) dovrà essere sempre attivo. Questo viene fatto utilizzando OpenVPN per configurarlo come server sul tuo computer. Quindi, devi installare OpenVPN su altri dispositivi poiché dovrai accedere ogni volta che desideri accedere alla tua rete VPN. Tuttavia, dobbiamo avvertirti che trasformare il tuo computer in un server VPN non è il processo più semplice in circolazione. Non devi essere un esperto IT, ma preparati per un lungo processo con molte ricerche.

Infine, per ottenere maggiori informazioni su questo metodo, ti consigliamo di leggere gli utili tutorial di OpenVPN su come farlo su PC Windows.

Quando configurare un server VPN domestico?

Ci sono numerosi buoni motivi per cui configurare un server VPN è un’idea eccellente. Tuttavia, dovresti sapere che questa soluzione non soddisferà le esigenze di ogni possibile tipo di utente. Quindi, vediamo perché e quando configurare un server VPN domestico è una buona idea.

  • Vuoi avere il pieno controllo dei tuoi dati: ci sono molti servizi VPN affidabili e capaci. Tuttavia, anche se alcuni sono servizi VPN ” no log” , tutti devono raccogliere almeno alcuni dati, comprese le informazioni di pagamento. L’unico modo per essere veramente anonimi online e per assicurarti che nessuno veda la tua posizione online è eseguire un server VPN privato (come a casa tua, ad esempio).
  • Desideri accedere alla tua postazione di lavoro da casa: proprio in questo particolare periodo dove la pandemia ha costretto milioni di persone a lavorare da casa, il tanto citato smart-working o lavoro agile, avere una vpn verso i server della propria azienda, o autorizzare i propri dipendenti tramite vpn ad accedere alla postazione di lavoro direttamente da casa, torna veramente utile in termini di efficienza lavorativa ma anche di sicurezza del trattamento dei dati.
  • Sei curioso di sapere come funzionano le VPN: esistono diversi modi per configurare un server VPN a casa tua. Puoi utilizzare un router capace, il tuo computer o persino un dispositivo Raspberry Pi. E ci sono anche numerosi provider di cloud hosting, che ti consentono di ottimizzare la tua esperienza utente e le tue spese.

Quando NON configurare un server VPN domestico?

Come notato in precedenza, i server VPN privati ​​non sono utili in ogni potenziale caso. Alcuni tipi di utenti potrebbero invece trarre maggiori vantaggi dall’ottenere un abbonamento VPN commerciale. Quindi, esaminiamo alcuni dei limiti dell’esecuzione di un server VPN privato.

  • Non potrai sbloccare i siti web disponibili altrove: un particolare esempio sono i viaggiatori, che possono utilizzare server VPN privati ​​per sbloccare i siti web disponibili nel loro paese d’origine. Tuttavia, non sarai in grado di sbloccare i siti Web disponibili altrove. Ad esempio, per sbloccare servizi come  Sky Go o NOW TV devi connetterti a un server Italiano. I servizi VPN commerciali offrono server sparsi in tutto il mondo , che è uno dei loro vantaggi più importanti.
  • Dovrai affrontare vari ostacoli tecnici: le VPN commerciali sono dotate di applicazioni raffinate per più piattaforme, tra cui Windows, macOS, Linux, iOS e Android (tra gli altri). Se decidi di configurare un server VPN a casa tua, dovrai configurare manualmente ogni dispositivo. Questa operazione richiede del tempo e non è la soluzione più elegante.
  • Non otterrai i vantaggi degli indirizzi IP condivisi: uno dei vantaggi dell’utilizzo di VPN commerciali è il fatto che offrono indirizzi IP condivisi. In altre parole, ogni VPN viene fornita con un considerevole pool di IP che vengono ruotati di volta in volta. Anche se puoi cambiare l’indirizzo IP del tuo server VPN, questo può essere un processo noioso a lungo termine.

Confuso? Che ne dici di ricorrere a una VPN commerciale?

Come spiegato sopra, la configurazione del tuo server VPN a casa comporta numerosi vantaggi. Tuttavia, questo processo è spesso laborioso e può essere molto frustrante se non si dispone di alcun background IT. Tuttavia, questo non significa che dovresti rinunciare alla tua idea di utilizzare una VPN. E come puoi immaginare, c’è un motivo per cui troverai centinaia di VPN commerciali in giro.

Abbiamo testato dozzine di VPN e possiamo aiutarti a trovare quelle che rispettano la privacy e gli utenti.  Nel caso in cui desideri mantenere le tue spese il più basse possibile, ecco quelle che a nostro giudizio possono fare al caso tuo:

 

Ivacy VPN
Hidden24 VPN
FastestVPN

Clicca sui banner per andare sui siti ufficiali e ottenere maggiori informazioni

 

Ivacy Vpn

Hidden24 VPN  Fastest VPN

 

Direi che è tutto per quanto riguarda la creazione del tuo server VPN a casa. Speriamo di essere riusciti a rispondere alle tue domande. Se non è così, non esitare a pubblicare un commento qui sotto e faremo del nostro meglio per rispondere il prima possibile.

Leave a Reply