Il miglior mouse da gioco del 2020

Un buon mouse per un gamer è la chiave per sbloccare in pieno delle potenziale del suo PC.

Hai tutta la potenza del tuo PC , e per gestirla hai solo bisogno di un mouse adeguatamente veloce per assicurarti che nulla vada sprecato. Ci sono un sacco di opzioni tra cui scegliere – quasi una per ogni genere –  ne abbiamo prese quante più possibile per un test drive per ridurre queste vaste raccolte a poche e sacre.

I mouse da gioco non sono solo esteticamente diversi dal normale mouse da ufficio. I loro sensori sono progettati per essere più reattivi e più precisi. E di solito sono progettati con pulsanti ben posizionati per irspettare le crescenti necessità dei gamers.

Le tue mani meritano il miglior mouse da gioco , il che significa che devi trovare un mouse comodo: la giusta dimensione, e che rispetti forma e peso per la tua mano. Ci sono molti mouse da gioco ambidestri e anche quelli progettati per i mancini, insomma i gamers non hanno che da chiedere.

Negli ultimi anni la maggior parte dei mouse da gioco ha adottato sensori DPI molto accurati, con DPI elevati anche un mouse economico ti darà probabilmente grandi prestazioni in qualsiasi gioco. La maggior parte di questi sensori sono in grado di contare DPI estremamente elevati a 12.000 DPI o più, ma è molto probabile che fino ad oggi hai giocato con una sensibilità molto inferiore a 2.000 DPI. Non preoccuparti troppo di quel numero, considera invece la forma e il peso del tuo mouse da gioco ideale.

I giocatori professionisti in genere consigliano mouse più leggeri e più semplici, con pochi pulsanti per non ostacolarti. I mouse più leggeri non affaticano il polso e sono facili da muovere su un tappetino per il mouse ad alta velocità. Al di sotto di 100 grammi è il peso ideale per mouse competitivi. Ma se preferisci un mouse pesante, abbiamo anche alcuni consigli per quelli.

Abbiamo testato i migliori mouse da gioco e elencato di seguito i nostri preferiti. Ci sono anche un paio di opzioni wireless.

1. Razer Deathadder Elite

Il miglior mouse da gioco per la maggior parte dei giocatori

DPI: 16.000 | Sensore: ottico | Interfaccia: USB | Pulsanti: 6 | Ergonomico: destrorso | Peso: 105 g (0,23 libbre)

Il Razer Deathadder ha una forma fantastico per tutti i tipi di prese e dimensioni della mano. Nonostante anni di iterazioni, Razer non scherza mai con la forma del Deathadder.

Deathadder Elite utilizza un sensore ottico da 16.000 DPI, ma grandi numeri non significano necessariamente qualità. Ecco il punto importante: per la versione l’Elite, Razer ha scelto un sensore basato sul PMW-3389 sviluppato dalla società di sensori Pixart in collaborazione con Logitech, che è uno dei migliori sensori per mouse disponibili con una precisione di risoluzione del 99,4% e 450 pollici al secondo, o IPS, (la velocità con cui è possibile spostare il mouse prima che perda l’accuratezza del rilevamento). L’implementazione di Razer dovrebbe fornire un monitoraggio impeccabile, anche se muovi il mouse il più velocemente possibile.

Per la maggior parte dei giochi e dei giocatori, Deathadder Elite è un mouse fantastico. È semplice , con due pulsanti per pollice generosamente posizionati e di dimensioni generose, ha un ottimo sensore ottico funzionante su qualsiasi tappetino per mouse duri e di stoffa e ha la forma ad artiglio o un’impugnatura ibrida artiglio / palmo.

2. Logitech G203 Lightsync

Il miglior mouse da gioco economico

DPI: 8.000 | Sensore: ottico | Interfaccia: USB | Pulsanti: 5 | Ergonomico: destrorso | Peso: 85 g (3,0 once)

C’è più di un mouse da gioco  oggi, ma di pochi puoi avere completa fiducia come con  Logitech G203 Lightsync. È un artista a tutto tondo, che offre prestazioni stabili e coerenti in un pacchetto elegante. Il sensore Logitech all’interno è valutato fino a 8.000 DPI e ha interruttori reattivi per garantire un funzionamento regolare.

Potresti notare che è terribilmente simile al G203 Prodigy che occupava lo stesso spazio. In realtà l’unica differenza significativa tra i due è l’inclusione dell’illuminazione RGB a tre zone sul Lightsync, al contrario dell’illuminazione a zona singola sul Prodigy. Non è un’enorme differenza, ma sembra una sorpresa e non ti costa un centesimo in più, in teoria . Se non intendi spendere troppo e avere prestazioni alte ti consiglio di acquistare il Logithech G203 Lightsync.

3. Corsair Ironclaw RGB

Il miglior mouse da gioco per mani grandi

DPI: 18.000 | Sensore: ottico | Interfaccia: USB | Pulsanti: 7 | Ergonomico: destrorso | Peso: 105 g (3,7 once)

Ironclaw è il miglior mouse da gioco che abbiamo testato per i giocatori con mani  grandi. Il suo design comprende una strana miscela di materiali, plastica opaca liscia sui pulsanti, stampa a diamante, ai lati gomma antiscivolo, esclusiva gomma ondulata sulla rotella di scorrimento, e ognuno di questi si adatta bene alla  funzione sul mouse. Invece di un singolo materiale coesivo, Corsair ne ha designato uno adatto a tutte le possibili differenze, il che si aggiunge all’eccellente vestibilità complessiva del mouse che rendno davvero piacevole muovrlo su un tappetino ad altà velocità. Ha una forma a cupola e curva che si adatta perfettamente al palmo dei giocatori destrimani ed è uno dei mouse con la miglior presa che abbia mai provato.

Sembra un po ‘pesante, in particolare per un mouse wireless che non richiede una batteria discreta ma purtroppo non offre pesi personalizzabili. Sebbene ciò significhi che Ironclaw sembra solo un pelo più ingombrante di altri mouse cablati e più leggeri, rende anche il mouse più significativo e sostanziale. L’illuminazione RGB è semplice e discreta, esattamente come piace a me, e l’unità può essere completamente personalizzata tramite il software iCue di Corsair, inclusa l’opzione per calibrare il mouse sulla superficie su cui lo stai usando. Mentre iCue non è la suite di software più intuitiva che abbia mai usato, offre una serie completa di opzioni di personalizzazione.

4. Razer Naga Trinity

Il miglior mouse da gioco per MOBA e MMO

DPI: 16.000 | Sensore: ottico | Interfaccia: USB | Pulsanti: 19, 14 o 9 | Ergonomico: destrorso | Peso: 120 g (0,26 libbre)

La forma e la funzione del mouse Naga di Razer hanno fatto molta strada nel corso degli anni. La sua ultima versione, Naga Trinity , è la migliore in assoluto: un mouse piccolo e comodo con un sensore di alta qualità e tre impugnature intercambiabili per il pollice con array di pulsanti ideali per MOBA, MMO o uso generale. L’array MOBA è il migliore, offrendo sette pulsanti in un cerchio attorno al pollice. Ci sono abbastanza pulsanti per mappare più abilità, ma non così tante da diventare una massa schiacciante e travolgente. L’array a 12 pulsanti, progettato per gli MMO, per me è un po troppo scomodo.

I pannelli laterali della Naga Trinity si innestano in posizione con potenti magneti e non si muovono durante il gioco. Il Naga Hex è un po ‘piccolo per mani più grandi, con una forma più tozza rispetto ad alcuni mouse da gioco.

5. Steelseries Sensei 310

Il miglior mouse da gioco ambidestro

DPI: 12.000 | Sensore: ottico | Interfaccia: USB | Pulsanti: 8 | Ergonomico: ambidestro | Peso: 92,1 g (0,20 libbre)

La versione aggiornata di questo pilastro Steelseries, il Sensei 310 reinventato leggermente un mouse classico. Ne aveva bisogno. Quasi tutto è nuovo tranne la forma ambidestra del Sensei, ed è esattamente come dovrebbe essere. Grazie a una nuova plastica, il Sensei è più aderente. Steelseries sta usando la sua versione personalizzata di uno dei migliori sensori di gioco in circolazione, assicurando che Sensei 310 non soffrirà mai di problemi di tracciamento.

Il Sensei 310 si adatta alla tua mano proprio come il vecchio Sensei ed è un’ottima forma sia per i giocatori mancini che per i destrimani che cercano un mouse ambidestro di medie dimensioni. Ciò significa che ha una coppia di pulsanti identici a sinistra e a destra, un problema comune per i mouse ambidestri: può essere troppo facile fare clic accidentalmente sui pulsanti della parte sbagliata. Nelle mie ore di test del Sensei 310, ciò non è mai accaduto. Le dimensioni e la forma dei pulsanti del pollice sono state modificate, rendendo più semplice spostare il pollice verso l’alto per premerli, ma tenendolo lontano dai clic accidentali del mignolo. Per chiunque cerchi un mouse piccolo, leggero o ambidestro: questa dovrebbe essere la tua prima scelta.

6. Razer Viper Ultimate Wireless

Il miglior mouse da gioco se hai bisogno di un CPI altissimo

DPI: 20.000 | Sensore: messa a fuoco + ottica | Interfaccia: USB | Pulsanti: 8 | Ergonomico: ambidestro | Peso: 158 g (5,6 once)

Razer Viper Ultimate Wireless utilizza il nuovo sensore ottico Focus + di Razer che porta i CPI a 20.000, che è superiore a qualsiasi altro mouse in questo elenco.

Il Viper è un mouse incredibilmente preciso con una valutazione di 650 IPS (quanto velocemente puoi muovere il mouse prima che perda l’accuratezza del tracciamento), che è un tetto molto alto per tracciare i movimenti veloci e ancora più alto di qualsiasi altra cosa in questo elenco. La batteria funziona circa 70 ore prima di dover ricaricare sul suo piccolo dock di ricarica, rendendolo perfetto per lunghe sessioni di gioco.

Pur avendo un buon peso e una sensazione generale, i pulsanti stessi si sentono un po ‘fragili quando si fa clic, il che impedisce di essere in cima alla lista; è un peccato considerato l’alto prezzo e tutte le altre grandi tecnologie integrate. Detto questo, il wireless Viper Ultimate è un mouse da gioco ambidestro e di grande sensibilità, incredibilmente preciso con una buona durata della batteria.

7. Logitech MX verticale

Il miglior mouse da gioco per preservare i tuoi polsi

DPI: 4.000 | Sensore: laser | Interfaccia: wireless o USB | Pulsanti: 4 | Ergonomico: verticale, destrorso | Peso: 135,5 g (0,30 libbre)

Il comfort è uno dei fattori più importanti nella scelta di qualsiasi mouse, gioco o altro, e Logitech MX Vertical è il migliore della categoria. Il suo design ergonomico ti consente di appoggiare comodamente la mano in una posizione neutra, il che significa che non proverai praticamente nessuna tensione, anche durante le sessioni di maratona. La sua impostazione con un massimo di 4000 CPI non compete con alcuni degli altri mouse da gioco in questo elenco, ma è estremamente preciso, con un eccellente sensore laser che fornisce tutta la precisione di cui probabilmente avrai bisogno. Puoi anche scollegarlo dalla tua macchina ed eseguirlo in modalità wireless senza praticamente alcun ritardo di input, e ha una durata della batteria killer – solo tre minuti di tempo di ricarica saranno sufficienti  per un intero giorno di utilizzo.

Se non hai bisogno di un’impostazione CPI elevata , MX Vertical è un mouse fantastico . Il suo esclusivo fattore di forma è accattivante e piacevolmente curvo, senza fare affidamento sull’illuminazione RGB per il suo fascino estetico.

 

8. Logitech G502 Lightspeed Wireless

Il miglior mouse wireless per mani grandi

DPI: 16.000 | Sensore: ottico | Interfaccia: USB / 2.4GHz wireless | Pulsanti: 11 | Ergonomico: destrorso | Peso: 114 g (4,02 once)

L’originale G502 è stato a lungo un classico, uno dei preferiti nei circoli che premiano la durabilità, la precisione e le alte prestazioni dei loro puntatori. L’aggiornamento non solo onora quell’eredità ma in realtà migliora, con cambiamenti sostanziali che elevano un classico amato a nuove vertiginose altezze.

Con il suo affidabile sensore Hero 16K di Logitech e una riduzione di peso di 7 grammi rispetto al modello precedente, G502 Lightspeed è anche molto all’avanguardia grazie alla sua compatibilità con il tappetino di ricarica PowerPlay. Il tappetino non solo carica il mouse al volo, ma lo riconoscerà e lo abbinerà al PC senza richiedere l’uso di un dongle USB. Il G502 ospita anche una serie di altre piccole caratteristiche di qualità, come pesi modulari che possono essere aggiunti o rimossi per trovare la sensazione della mano perfetta e una rotella di scorrimento che può essere bloccata per passare da una fase all’altra o sbloccata per girare liberamente. È uno dei migliori mouse wireless sul mercato e ha un prezzo importante, ma il G502 vale ogni centesimo.

9. Logitech G Pro Wireless

Il miglior mouse da gioco per passare al wireless

DPI: 16.000 | Sensore: ottico HERO 16K | Batteria: oltre 40 ore ricaricabili | Interfaccia: USB | Pulsanti: 8 | Ergonomico: ambidestro | Peso: 81 g (0,18 libbre)

Il G Pro Wireless è impareggiabile quando si tratta di mouse senza cavo, racchiude l’eccellente sensore HERO da 16.000 CPI di Logitech e il tipo di esperienza senza latenza che ti aspetteresti da un mouse cablato. Con un peso di 80 g, è incredibilmente leggero, ma a differenza di alcuni mouse più leggeri, non si avverte la sensazione di avere un mouse economico fra le mani, anzi, è realizzato con materiali di alta qualità e mostra prestazioni da capogiro. Logitech ha progettato ogni componente di G Pro Wireless per essere il più leggero e resistente possibile, inclusa la rasatura dello spessore delle pareti laterali del telaio senza sacrificare la composizione o la densità.

Vanta anche una durata della batteria di 40 ore ed è personalizzabile, con pulsanti sui pannelli laterali che possono essere rimossi e scambiati con inserti lisci.  Puoi anche abbinare G Pro al tappetino di ricarica Powerplay di Logitech e non preoccuparti più di rimanere senza carica.

10. Logitech G604 Lightspeed

Il miglior mouse wireless per una lunga e lunga durata della batteria

DPI: 16.000 | Sensore: ottico HERO 16K | Batteria: 240 ore (1 | Interfaccia: 2,4 GHz wireless / Bluetooth | Pulsanti: 10 | Ergonomico: mancino | Peso: 135 g (0,29 libbre)

All’inizio, ci siamo fatti una grassa risata circa il  Logitech G604 per non avere una batteria ricaricabile, ma il fatto che stiamo giocando regolarmente da quasi un mese ormai al momento di questo post non è nemmeno al 50% della capacità non è uno scherzo . Logitech afferma che il G604 può durare 240 ore con una singola batteria AA che è piuttosto impressionante.

I sei pulsanti riprogrammabili posizionati comodamente sul poggiapolsi, funzionano bene quando giochi il tuo MMO o MOBA preferito per mappare sei delle tue abilità preferite. Personalmente, abbiamo rimappato il mouse su uno sparatutto come Apex Legends ed è stata una manna dal cielo.

Il nostro mouse MMO preferito va ancora al Razer Naga Trinity per i suoi pannelli laterali intercambiabili, ma il G604 arriva al secondo posto con la sua durata della batteria killer e il design confortevole nonostante sia uno dei mouse da gioco meno appariscenti che abbiamo testato.

Test dei mouse da gioco

Abbiamo usato abbastanza mouse da gioco per avere una buona sensazione di qualità costruttiva, posizionamento dei pulsanti e forma. Le nostre opinioni su quegli aspetti del design del mouse sono naturalmente soggettive, ma sono anche ben informate. La parte difficile del testare i mouse da gioco è l’analisi dell’altra parte dell’equazione: prestazioni di tracciamento, jitter, scatto angolare, accelerazione e velocità di controllo perfetta, oltre a  determinare come ciascuno di questi problemi influisce sull’esperienza dell’uso del mouse.

Cosa significano tutti quei termini? Ecco alcune definizioni di base che ti aiuteranno a capire perché ognuno di questi termini sono questioni importanti.

Aderenza si riferisce a come si tiene il mouse. Le impugnature più comuni sono palmo, artiglio e punta delle dita. Ecco un buon esempio di come funziona ogni grip .

CPI sta per conteggi per pollice, o quante volte il sensore del mouse leggerà la sua superficie di tracciamento, ovvero il tuo mousepad, per ogni pollice che viene spostato. Questo è comunemente indicato come DPI , ma CPI è un termine più accurato. Più è basso l’CPI, più è necessario spostare il mouse per spostare il cursore sullo schermo.

Il jitter si riferisce a un’inesattezza in un sensore del mouse che legge la superficie che sta monitorando. Il jitter si verifica spesso a velocità di movimento del mouse più elevate o CPI più elevati. Il jitter può far saltare il cursore in modo irregolare e anche un leggero jitter potrebbe rovinare un colpo in un FPS o farti fare un errore su un’unità in un RTS.

Lo snap ad angolo , chiamato anche previsione, prende i dati da un sensore del mouse e modifica l’output con l’obiettivo di creare movimenti più fluidi. Ad esempio, se provi a tracciare una linea orizzontale con il mouse, non sarà perfetto: creerai alcune curve sottili nella linea, specialmente a sensibilità più elevate. Lo snap ad angolo smussa quelle curve e ti dà invece una linea retta. Questo è generalmente negativo perché significa che i movimenti del cursore non corrisponderanno ai movimenti della mano 1:1 e lo schiocco dell’angolo non sarà utile nella maggior parte dei giochi. Per fortuna, quasi tutti i mouse da gioco hanno lo snap ad angolo disabilitato per impostazione predefinita.

L’accelerazione è probabilmente il problema più insultato e più scrutato con i sensori del mouse da gioco. Quando un sensore del mouse mostra accelerazione, ciò significa che il cursore si sposterà più velocemente tanto più velocemente si sposta il mouse; questo è spesso considerato negativo, perché significa che spostare lentamente il mouse di sei pollici attraverso un tappetino per mouse sposta il cursore a una distanza diversa rispetto a spostare rapidamente il mouse alla stessa distanza. Ciò introduce una variabilità che può essere difficile da prevedere.

La velocità di controllo perfetta , o tasso di malfunzionamento , si riferisce alla velocità con cui il mouse può essere spostato mentre si tiene traccia con precisione. La maggior parte dei mouse da gioco monitorerà in modo estremamente accurato quando viene spostato a basse velocità, ma i giocatori con CPI basso spesso spostano i propri mouse su grandi distanze attraverso i tappetini per mouse a velocità molto elevate. A velocità elevate, e soprattutto a CPI elevati, non tutti i sensori del mouse sono in grado di mantenere la precisione di tracciamento. Il punto in cui i sensori interrompe il tracciamento accurato differirà tra i livelli di CPI.

IPS è una misura di pollici al secondo e viene valutata la velocità di tracciamento massima effettiva a cui è assegnato un determinato sensore. Maggiore è l’IPS di un determinato mouse, migliore è la capacità di tenere il passo con i movimenti ad alta velocità e quindi di mantenere la precisione.

La distanza di decollo è ancora una metrica popolare nei circoli degli appassionati di mouse , sebbene non sia quella che influenza la maggior parte dei giocatori. LOD si riferisce all’altezza che un mouse deve essere sollevato prima che il sensore smetta di tracciare la sua superficie. Alcuni giocatori preferiscono un mouse con una distanza di sollevamento molto bassa perché giocano con una sensibilità molto bassa e spesso devono sollevare il mouse dal pad per “ripristinarlo” in una posizione in cui possono continuare a scorrere. Con un LOD basso, il cursore non verrà spostato in modo irregolare quando il mouse viene sollevato.

Abbiamo usato un software chiamato MouseTester per vedere se potevamo individuare eventuali problemi evidenti con i mouse che abbiamo usato. In ogni mouse da gioco testato, tuttavia, lo snap ad angolo e l’accelerazione sono stati disabilitati nei driver del mouse per impostazione predefinita (anche se un mouse può ancora mostrare un’accelerazione derivante da problemi con il sensore stesso) e non ha mai riscontrato alcun evidente problema di prestazioni.

Leave a Reply