Come installare Kodi nel modo giusto: la guida definitiva

Aggiornato per Kodi 18.7 “Leila” !

Se stai ancora utilizzando una versione precedente, non preoccuparti. Questo ti insegnerà come usare anche XBMC. La skin (o il tema) è tutto nuovo per Kodi 18.7 ma la maggior parte delle opzioni di menu dovrebbero essere rimaste le stesse..

Ricevo molte domande sul dispositivo di streaming e su come configurare al meglio Kodi, sia per lo streaming di contenuti da Internet che dalla rete locale. Spero che questo ti aiuti a metterti rapidamente in servizio.

 

La cosa migliore di Kodi è che ci sono così tante diverse opzioni e modifiche che puoi fare per renderlo davvero tuo – da skin diverse, sfondi diversi e, naturalmente, componenti aggiuntivi di terze parti.

Ciò significa anche che Kodi può essere piuttosto complicato, soprattutto se hai appena iniziato.

Kodi ha una grande comunità di utenti, sviluppatori e ovviamente il Wiki di Kodi . Saranno risorse incredibili quando inizi a usarlo e anche per modificare la tua configurazione di Kodi.

Muoversi nei forum può essere un po ‘impegnativo, soprattutto se non sei molto tecnico. Sebbene il Wiki offra una panoramica eccellente, a volte non fornisce dettagli sufficienti per portare a termine il lavoro.

La mia più grande lamentela riguardo la comunità Kodi è che si aspettano che gli utenti riescano a cavarsela sempre ciò non lo rende molto amichevole per i nuovi utenti.

Quindi il mio intento è quello di fornirti quell’aiuto che nella comunity di Kodi non trovi e rendere il tutto più semplice

 

Come è organizzata questa guida all’installazione di Kodi

Se stai iniziando da zero, puoi leggere questa guida dall’inizio alla fine e finire con un’installazione completa. In alternativa, salta gli aspetti che meno ti interessano, ma ti consiglio comunque di leggerla tutta se non altro perchè potresti trovare aspetti e funzioni che prima ignoravi.

Tieni presente, tuttavia, che, indipendentemente dalla guida all’installazione di Kodi che leggi, dovrai sempre modificarlo un po ‘in base alle tue esigenze.

Kodi funziona su molti hardware diversi e ha così tante opzioni e impostazioni da cambiare, che non c’è modo di renderle conto di tutti. Ma se segui questa guida insieme a me, sarai sulla buona strada.

Oh … e non preoccuparti di fare errori lungo la strada. Puoi sempre resettare Kodi se sbagli e iniziare con una configurazione pulita.

 

Informazioni che potresti conoscere.

Ho accennato in precedenza che Kodi funziona su molti sistemi diversi: Android, Linux, Windows e Mac per citarne alcuni.

Per facilitare la scrittura di questa guida all’installazione di Kodi, è stata scritta utilizzando schermate dal mio PC Windows 10. SnagIt e Photoshop sono molto più facili da usare su un PC, mi dispiace.

Ma non preoccuparti, l’interfaccia è quasi identica da sistema a sistema, quindi se hai familiarità con Kodi su Windows, sarai in grado di usare le versioni Android o Linux bene.

Ho trattato (per ora) solo le informazioni disponibili nella versione stock di Kodi. Non tratto di  alcuna modifica apportata dai singoli produttori alle loro versioni di Kodi\XBMC, né guardo all’installazione di componenti aggiuntivi da sviluppatori di terze parti che non si trovano nel repository ufficiale di Kodi .

Articoli su componenti aggiuntivi di terze parti potrebbero riempire un’intera libreria.

Infine, se stai usando XBMC, puoi comunque usare gran parte di questa guida. Kodi è il nuovo nome di XBMC (vedi Cosa è Kodi di seguito). Quindi, se stai cercando qualcosa per insegnarti come usare XBMC , sei ancora nel posto giusto.

 

La cosa migliore di Kodi è che ci sono così tante diverse opzioni e modifiche che puoi fare per renderlo davvero tuo.

Che cos’è Kodi?

 

Kodi-Cover

Kodi, che un tempo si chiamava XBMC, è un media center open source nato da un progetto amatoriale per riprodurre contenuti sulla Xbox originale. Se sei bravo con gli acronimi, probabilmente hai già capito che XBMC stava originariamente per XBox Media Center.

È progettato per essere utilizzato dal tuo divano del soggiorno, quindi sentirai spesso che Kodi ha un’interfaccia utente a 10 passi. Consente agli utenti di riprodurre quasi tutti i formati di file per video, musica, podcast e immagini sulla TV, indipendentemente da dove li memorizzi.

Se ti stai chiedendo cosa significa il nome di ogni versionee, noterai che tutte le versioni di Kodi di solito sono state intitolate a popolari film di fantascienza, fumetti o riferimenti generalmente geek:

    • XBMC v8.10 Atlantis  (2008)  – (Stargate)
    • XBMC v9.04 Babylon (2009) – (Babylon 5)
    • XBMC v9.11 Camelot (2009) – (King Arthur mythos)
    • XBMC v10.0 Dharma (2010) – (Lost)
    • XBMC v11.0 Eden (2012) – (Giardino di …)
    • XBMC v12.0 Frodo (2013) – (Il Signore degli Anelli)
    • XBMC v13.0 Gotham (2014) – (Batman – e il mio preferito personale)
    • Kodi v14.0 Helix (2014)  – (programma TV Helix)
    • Kodi v15.0 Isengard (2015)  – (Tolkien)
    • Kodi v16.0 Jarvis (2016)  – (l’intelligenza artificiale di Tony Stark)
    • Kodi v17.0 Krypton (2017) – (il mondo di casa di Superman)
    • Kodi v18.0 Leila (2018) – (Star Wars)

Cosa è cambiato in Kodi 18?

Kodi-18-LeiaLa maggior parte dei miglioramenti di Kodi 18 Leila sono nascosti, ma c’è una cosa importante che noterai subito.

 

Una nuova skin predefinita: Kodi ora viene fornito con due nuove skin predefinite, Estuary per la maggior parte dei dispositivi ed Estouchy per dispositivi mobili con touchscreen. Queste skin cambiano l’interfaccia principale di Kodi dalla familiare barra multifunzione dello schermo centrale a un’interfaccia del menu di sinistra comune a molti altri servizi di streaming .

 

 

Sei pronto per configurare Kodi?

Scarica e installa Kodi

A seconda del dispositivo che stai utilizzando, hai diverse opzioni su come installare Kodi. Indipendentemente da ciò, puoi sempre trovare tutte le ultime versioni sulla pagina di download ufficiale di Kodi all’indirizzo:  https://kodi.tv/download/  (mostrato di seguito).

Gli utenti Android possono installare Kodi direttamente dal Google Play Store se è disponibile sul dispositivo o caricare l’app Android con l’ultimo APK.

 

 

Per quelli di voi che potrebbero non sapere cosa sia, il sideload di un’app avviene quando l’app non è disponibile su un app-store come Google Play Store o Amazon App Store. Quando ciò accade, si scarica l’APK (Applicazione Android PacKage) che ti aiuterà a configurare Kodi manualmente.

Se scegli di seguire il percorso manuale, assicurati di utilizzare la versione corretta. Poiché dal momento che Android può essere eseguito su processori ARM e Intel, esiste una versione diversa di Kodi per ogni architettura di CPU.

Attualmente Kodi è disponibile nel Play Store di Google, quindi è molto probabile che non sarà necessario installarlo manualmente sul dispositivo Android che avete.

Dopo aver installato Kodi, è tempo di imparare a navigare nell’interfaccia.

Come usare Kodi \ XBMC

 

Poiché è la prima volta che configuri e installi Kodi, ti spiegherò brevemente su come navigare nell’interfaccia utente.

Ricordi quando ho detto prima che sentirai abbastanza spesso le parole “Interfaccia utente a 10 passi”? Ecco cosa significa.

Le versioni precedenti di Kodi avevano i loro controlli principali disposti in una “barra multifunzione” lungo il centro dello schermo ed erano configurabili in una certa misura. Kodi 17 ha introdotto una nuova skin (o tema) che ha allineato tutto lungo il lato sinistro dello schermo per abbinare Netflix e Plex .

Il menu principale include queste categorie per impostazione predefinita: video, film, programmi TV, musica, video musicali, TV, radio, immagini, componenti aggiuntivi e meteo. (wow. Prova a dirlo in un fiato)

A seconda della skin in uso, a volte è possibile aggiungere ulteriori categorie o nascondere quelle non utilizzate.

 

 

Menù contestuale

menu-contestuale-kodi

 

Il menu contestuale fornirà funzionalità extra a seconda della schermata visualizzata quando fai clic su di essa. Ad esempio, nell’immagine a sinistra ho visualizzato il menu contestuale per un film: Wonder Woman. Qui, il menu contestuale ci dà la possibilità di riprodurre il video, contrassegnarlo come guardato o estrarre ulteriori informazioni sul film.

In altre schermate, le opzioni visualizzate potrebbero essere diverse, a seconda di ciò che ha senso per quel tipo di supporto.

Per aprire il menu contestuale, dipende dal tipo di dispositivo su cui stai usando Kodi:

  • Android : pressione lunga
  • Mouse : tasto destro del mouse
  • Tastiera : “C”
  • Amazon Fire T V: pulsante Menu
  • Controller NVIDIA Shield : pulsante ‘X’

Guida all’installazione di Kodi: libreria video

Uno dei passaggi più importanti nella configurazione di Kodi è la creazione della libreria multimediale. Cominciamo aggiungendo video alla tua libreria. Se non hai copiato la tua collezione di film sul tuo disco rigido, devi prima farlo. Guarda il mio tutorial su. 

Se non hai una libreria di video, qui spiego come guardare film in streaming direttamente da pc, smatphone e tablet.

Prima di iniziare ad aggiungere tutti i file sul disco rigido, è necessario eseguire alcune operazioni.

Kodi si aspetta che i file multimediali seguano un determinato formato e tale formato è diverso se il file è un film o un programma TV. Se il nome file non è elencato correttamente, allora Kodi potrebbe non essere in grado di leggere quel file.

Perché è importante? Bene, Kodi usa un processo chiamato scraping per estrarre i dati dal file. Se Kodi non è in grado di raschiare correttamente il file, potrebbe fare una delle due cose: potrebbe ignorare il file e ignorarlo durante la creazione della libreria, o peggio, potrebbe scambiare il file per un film completamente diverso.

Probabilmente dovresti riflettere su come è organizzata la tua biblioteca, ma questo è un argomento più lungo che non tratterò qui in questa guida. Ma se segui queste semplici linee guida, renderai più facile a Kodi capire cosa c’è nella tua libreria.

Come organizzare la tua libreria multimediale

Esistono due modi comuni per organizzare la cartella multimediale:

  • Una cartella contenente tutti i tuoi file multimediali
  • Ogni film o serie TV nella sua cartella

A te la scelta come organizzare la tua libreria multimediale. Ci sono pro e contro per ogni metodo, e questo è un argomento per un altro articolo, ma in linea di massima se hai una libreria molto grande, sarà più facile da gestire se ogni film è nella sua directory separata.

 

Come nominare i film

Se si sceglie di utilizzare le sottocartelle, i nomi delle cartelle dei filmati devono includere solo il titolo e\o l’anno.

Suggerimento: per migliorare le prestazioni dello scraping, aggiungi l’anno tra parentesi alla fine del nome utente o del nome file.

\Film\Avatar(2009)\somefilename.mkv
\Film\The Usual Suspects(1995)\somefilename.avi

Come nominare i programmi TV

Se preferisci avere una cartella per tutti i tuoi file multimediali, includi le stesse informazioni nello stesso ordine, ma cambia il ​​nome del file, piuttosto che il nome della cartella.

\Programmi TV\House(2004)\Stagione 1\House.S01E01-Everybody Lies.mkv
\Programmi TV\12 Monkeys\Stagione 1\S01E01Splinter.avi

Come aggiungere film alla tua libreria

libreria-kodi

Kodi utilizza lo stesso processo generale per aggiungere film, musica o immagini alla libreria multimediale. Ci sono differenze, ovviamente, ma i tre processi inizieranno tutti allo stesso modo.

Nel caso in cui sei passato a questa sezione e prevedi di ignorare le sezioni Aggiunta di musica o Aggiunta di immagini, vedrai ripetute molte delle stesse informazioni. Vale la pena leggere ogni argomento, perché ci saranno alcune informazioni specifiche per ogni sezione che non saranno incluse nelle altre due.

Inizia scorrendo verso il basso fino a Film nel menu. Una volta che sei lì, fai clic sul pulsante che dice Inserisci sezione file . Se non hai nulla nella tua libreria, ti porterà direttamente alla schermata qui sotto.

aggiungi video kodi

 

Se conosci il percorso del tuo media server, puoi prendere un collegamento e inserirlo direttamente nella casella qui. Presumo che tu non l’abbia memorizzato. In tal caso, è necessario Sfoglia per esso.

A seconda di come è impostato il tuo media server avrai qui un paio di opzioni diverse.

 

A Kodi non importa se hai i tuoi file multimediali sul tuo PC Windows a cui stai collegando in rete, un dispositivo NAS (Network Accessible Storage) dedicato o semplicemente un disco rigido esterno con una cartella con centinaia di film su di esso . Kodi lo capirà.

Ai fini di questo articolo, suppongo che tu abbia già impostato il tuo server come preferisci. L’opzione più popolare per i server domestici è una sorta di rete Windows (SMB) , quindi sarà quella di cui discuteremo qui. Avrai anche la possibilità di aggiungere file da un dispositivo di archiviazione esterno, in genere un’unità flash o un disco rigido esterno. Un’altra opzione popolare è tramite UPnP (Universal Plug and Play). Ci sono alcuni rischi inerenti alla sicurezza con UPnP, quindi non lo consiglio se possibile.

 

 

I miei dispositivi di rete prendono il nome da personaggi, luoghi o cose nei film. In questo caso, sono personaggi di Big Hero 6.

Appena avrai aggiunto alcune condivisioni, vedrai il tuo dispositivo (Nas, Usb Flash, Disco esterno ) elencato qui, insieme ad alcune sottocartelle. Se il dispositivo di archiviazione non viene popolato, è possibile fare clic su “Aggiungi posizione di rete” nella parte inferiore dell’elenco.

 

In questo caso sto aggiungendo la cartella “Video Samples” che si trova nella cartella condivisa “Video”.

aggiungi sorgente video Kodi

 

Ogni sottocartella ha un titolo video diverso. Come vedrai più avanti, ci sono più versioni dei video in ogni cartella, quindi ci sarà qualche duplicazione.

Una buona regola empirica è quella di approfondire il più possibile la struttura delle cartelle, ma non troppo da perdere video. Ricorda, Kodi può vedere nella cartella corrente e in qualsiasi sottocartella, ma non cercherà mai nelle cartelle superiori rispetto alla cartella in cui ci si trova.

Dopo aver deciso la tua cartella, fai clic su OK .

aggiungi sorgente video Kodi

 

 

Questo ti riporterà alla finestra Aggiungi sorgente video e aggiungerà il percorso del file al tuo media server nella casella.

Per impostazione predefinita, Kodi sceglierà il nome della cartella come nome per la condivisione, ma è possibile modificare il nome della condivisione nella casella Immettere un nome per l’origine multimediale .

sorgente nome

 

Dopo aver scelto la cartella, il passaggio successivo è dire a Kodi quale tipo di file si trova nella cartella e impostare alcune opzioni per lo Scraper.

Questa finestra è divisa in tre parti. Nella sezione in alto a sinistra, c’è una casella a discesa intitolata Questa percorso contiene. Le sono:

  • Video musicali
  • Film
  • Spettacoli televisivi
  • Nessuna

 

contenuto

Dopo aver effettuato una selezione, avrai una o più opzioni nella sezione Scegli il provide di informazioni in alto a destra.

In questo esempio, sto aggiungendo una cartella di filmati, quindi l’ho selezionata dalla casella a discesa. A causa di tale scelta, ci sono alcune opzioni di scansione dei contenuti nella metà inferiore della finestra.

 

Ricordi quando hai configurato la tua libreria multimediale nella sezione Come nominare i film ? Ecco dove entrerà in gioco quella scelta.

Sotto l’intestazione Opzioni di scansione del contenuto, la prima opzione è se i filmati si trovano in cartelle separata che corrisponde al titolo del film . Se i tuoi file sono tutti nella stessa cartella, lascia questo deselezionato. Se invece hai i tuoi film in cartelle separate, assicurati che questa opzione sia selezionata.

La seconda opzione di Scansione ricorsiva è quella che controllo sempre. Ciò costringerà Kodi a cercare in qualsiasi sottocartella i nuovi file.

contenuto video

 

A seconda della scansione utilizzata, potrebbero essere presenti ulteriori opzioni elencate sotto il pulsante Impostazioni in basso. Queste opzioni determinano se Kodi manterrà o meno il titolo originale, abiliterà Fanart, trailer o da dove ottenere voti. Fai clic su OK quando hai apportato delle modifiche.

Il passaggio finale è che Kodi inizi a scansionare la tua nuova condivisione di cartelle e ad aggiungere i video alla libreria.

Per fortuna, Kodi ti consentirà di fare altre cose mentre il processo di scansione va avanti. L’unica barra di stato che vedrai è nella parte in alto a destra dello schermo. Attenzione: se hai una libreria piuttosto grande, questo processo potrebbe richiedere molto tempo. Ma una volta fatto ….

 

Kodi-Setup-04

I tuoi titoli individuali avranno un’immagine di sfondo a colori, un poster e alcune informazioni di base come la risoluzione per ogni video, a seconda delle opzioni che hai scelto e della skin che stai utilizzando.

Tornando alla finestra principale di Kodi, vedrai le anteprime degli ultimi cinque film che hai aggiunto alla tua libreria sopra la barra multifunzione del menu centrale. In teoria, se aggiungi costantemente video alla tua libreria, questi saranno i file che vorresti guardare per primi.

Ci sono molte altre modifiche e impostazioni per aiutarti a ottenere il massimo dai tuoi video, ma vediamo ora come aggiungere musica a Kodi.

 

Come configurare Kodi: libreria musicale

L’aggiunta di musica alla tua libreria è la seconda grande parte della tua configurazione di Kodi. A partire da Kodi 16 Jarvis, ora segue un processo simile all’aggiunta di video appena vista, ma non è sempre stato così.

 

Nuova libreria musicale

Prima di Kodi 16, c’era una netta differenza tra il modo in cui si usava la Biblioteca musicale e la Videoteca. Per qualche strana ragione, la scansione dei file nella tua Libreria musicale avveniva con una procedura in due passaggi, a differenza della scansione automatica disponibile nella Libreria video.

Ora il sistema ti chiederà se vuoi scansionare tutti i file nella cartella immediatamente dopo aver aggiunto una nuova fonte, proprio come fa per la Libreria video.

Vantaggi della Biblioteca musicale

Kodi ha annunciato per la prima volta la nuova Biblioteca musicale, a dicembre 2015 in un post sul blog su Kodi.tv in cui venivano elencati alcuni miglioramenti che ho evidenziato di seguito.

  • Una visualizzazione della libreria dall’aspetto coerente, proprio come per film e programmi TV
  • La ricerca dei file musicali è ora abilitata
  • La libreria suddivide la musica in sezioni: generi, artisti, album, singoli, tutti i brani, anni, primi 100 (in base alla riproduzione), album aggiunti / riprodotti di recente, compilazioni
  • Possibilità di utilizzare le playlist smart per filtrare ulteriormente
  • Valuta la tua musica e il filtro in base a tale valutazione
  • Condividi la musica sulla tua rete domestica a condizione che i client supportino UPnP
  • Cerca ulteriori informazioni come la biografia dell’artista o la recensione/sinossi dell’album usando il menu contestuale dell’album o della libreria dell’artista
  • Questo può essere abilitato per impostazione predefinita in Impostazioni -> Musica -> Libreria -> Ottieni informazioni aggiuntive durante gli aggiornamenti

Tagging Music in Kodi

Nella sezione Video ho menzionato che Kodi aveva bisogno che i file fossero in un formato molto specifico in modo che gli scraper potessero capire quali fossero i file. Lo stesso vale per la tua libreria musicale.

A differenza dei video e dei programmi TV, Kodi non guarda i nomi dei file stessi, guarda i tag ID incorporati nel file.

Ciò significa che ogni file (brano) deve avere ID3v1, ID3v2.3, ID3v2.4, commenti Vorbis o tag APE. Se i file non sono taggati, Kodi non sarà in grado di capire cosa sia veramente la canzone.

Perché taggare?

Se ci pensate, questo ha senso. Quando guardi un film, hai solo bisogno di una combinazione del titolo del film e dell’anno per capire qual è il film. Ad esempio Transformers (1986) è molto diverso da Transformers (2007), ma con queste due informazioni è possibile determinare facilmente quale film si sta per guardare.

Con la musica, è molto più difficile. Se viene pubblicato un album, una canzone può avere versioni live e in studio della stessa canzone, versioni acustiche o full band, persino versioni karaoke, tutte sullo stesso album. O peggio, diversi artisti possono pubblicare diverse canzoni con lo stesso titolo nello stesso anno.

Come può Kodi capire tutto senza rendere i nomi dei file incredibilmente lungo?

È qui che entra in gioco la codifica. La codifica incorpora le informazioni nel file stesso tra cui artista, album, anno, numero di traccia, genere, lunghezza e bit rate. Il tagging può anche contenere informazioni sui battiti al minuto o sulla valutazione del brano.

Cosa succede se i tuoi file musicali non sono taggati?

Non dirò che è una cosa facile da risolvere, ma ci sono programmi che possono aiutarti nel processo. Suggerirei di guardare MusicBrainz Picard , Mp3Tag o TagScanner .

Come aggiungere musica alla tua libreria

Poiché la nuova libreria musicale è modellata sulla libreria video, il processo risulta molto simile.

Inizia scorrendo verso il basso fino a Musica  nel menu laterale. I sottomenu sotto la musica potrebbero apparire diversi dallo schermo a sinistra. Questa immagine proviene da una nuova installazione senza file musicali di sorta. In tal caso, Kodi è abbastanza intelligente da capire che vorresti installare un componente aggiuntivo per la musica o configurare la tua libreria. Non è necessario che mostri informazioni aggiuntive come Artisti, Album, Canzoni o Biblioteca poiché non esistono ancora.

file musicali kodi

 

Se non hai ancora nulla nella tua libreria o vuoi aggiungere file a una libreria esistente, fai clic su Entra nella sezione File per continuare. Se non hai già nulla nella tua libreria, ti porterà direttamente alla schermata qui sotto.

musica

 

Ad ogni modo, andremo alla sezione File per configurare la tua libreria musicale.

 

A seconda della configurazione di Kodi sulla tua rete, le tue condivisioni potrebbero apparire in questo menu. Se conosci il percorso del tuo media server, puoi prendere un collegamento e inserirlo direttamente nella casella qui. Se non si conosce il percorso, è necessario Sfoglia per esso.

music-setup

 

Se hai già impostato alcuni file, prima di questo ci sarà un elenco di condivisioni di cartelle in un menu intermedio con un’opzione per aggiungere musica. Ho spiegato le condivisioni di cartelle nella sezione Video sopra, ma nel caso in cui tu abbia saltato quella sezione, lo spiegherò di nuovo tra poco. Ma come puoi vedere di seguito, le azioni che ho impostato nella sezione precedente sono elencate qui.

La mia musica è archiviata sullo stesso server NAS (Network Accessible Storage) dei miei film, quindi selezionerò Windows Network (SMB) per continuare. A seconda della configurazione della rete, è possibile che i file siano archiviati su un’unità esterna o addirittura su un server UPnP da qualche altra parte sulla rete.

Poiché conosco il nome del mio server NAS, lo selezionerò dall’elenco.

music setup 2

 

Una volta selezionato un dispositivo, Kodi osserva tutte le cartelle che trova e chiede dove si trova la mia musica. In questo caso, voglio solo scendere di un altro livello, poiché è lì che si trovano le sottocartelle Artist. Mentre navighi tra le tue cartelle, Kodi continuerà ad aggiornare il percorso del file nella parte inferiore dello schermo.

Kodi-Music-Setup-05

 

Una volta sceso quanto vuoi, fai clic su OK.

Questo ti riporterà alla finestra Aggiungi sorgente musicale e aggiungerà il percorso del file al tuo media server nella casella.

Per impostazione predefinita, Kodi sceglierà il nome della cartella come nome per la condivisione, ma è possibile modificare il nome della condivisione nella  casella Immettere un nome per l’origine multimediale .

Kodi-Music-Setup-06

 

Come ho accennato in precedenza, uno dei grandi miglioramenti della Biblioteca musicale è che automaticamente aggiungerà i media da questa fonte alla tua biblioteca . A meno che non si aggiungano più cartelle e si desideri eseguire la scansione alla fine, selezionare sempre  .

La scansione della Libreria musicale richiede in genere un tempo notevolmente maggiore rispetto alla scansione della Libreria video. La maggior parte di noi ha librerie con diverse migliaia di canzoni e può richiedere molto tempo per la scansione e l’indicizzazione. Sii paziente qui.

Kodi-Music-Setup-07

 

Al termine di Kodi, troverai gli album aggiunti di recente in cima alla barra multifunzione principale nella finestra principale di Kodi.

Guida all’installazione di Kodi: Immagini

Kodi fa molto di più che riprodurre semplicemente film e musica. Kodi può anche diventare visualizzatore di immagini.

Non ci sono molte funzionalità incluse nel visualizzatore di immagini, soprattutto perché non c’è molto che puoi fare con le immagini. Detto questo, ci sono alcuni ottimi componenti aggiuntivi per aiutarti a dare un po ‘di pepe alla tua libreria di immagini.

 

Aggiunta di immagini alla libreria

Se hai aggiunto musica o film alla tua libreria, i prossimi passi ti sembreranno molto familiare. Dalla barra multifunzione della schermata principale di Kodi, scorrere fino all’opzione Immagini . Qui c’è solo un sottomenu elencato di seguito per tutti i componenti aggiuntivi che si desidera installare. Non è quello che stiamo cercando, quindi fai clic sull’opzione principale Immagini .

Proprio come con Film e musica, puoi installare componenti aggiuntivi di Kodi e aggiungere file al tuo catalogo multimediale in questa schermata. Inoltre, quando nella tua libreria sono presenti immagini, anche i nomi delle loro cartelle verranno elencati in questo menu.

A differenza delle schede Film e Musica, il menu Immagini è molto più semplice. In effetti,  tutto ciò che puoi fare in questa pagina è aggiungere immagini alla tua libreria o installare un componente aggiuntivo.

Vediamo come aggiungere immagini alla tua libreria multimediale Kodi. Come probabilmente intuirai, vorrai fare clic su Aggiungi foto … per iniziare il processo.

aggiungi immagini

Ormai aggiungere una fonte dovrebbe sembrare familiare. Se conosci il percorso del file, puoi inserirlo nella casella di testo o fare clic su Sfoglia per cercarlo.

Kodi-Pictures-03

 

Tutte le unità che la tua installazione di Kodi può rilevare saranno elencate qui.

Le mie foto sono archiviate su un dispositivo Western Digital MyCloud Network Accessible Storage (NAS), che può essere trovato in uno di tre modi, a seconda di come lo ho impostato: Network File System (NFS) , dispositivi Universal Plug and Play UPnP o Rete Windows (SMB) . Nella mia particolare configurazione di Kodi, è configurato come un dispositivo di rete Windows (SMB).

Passare alla cartella in cui sono archiviate le immagini. Per questo esempio, sono passato a una singola cartella senza alcuna sottocartella. Kodi non elencherà le singole immagini, ma solo i nomi delle cartelle.

Una volta trovata la cartella, fai clic su OK per continuare.

Dopo aver fatto clic su OK , verrai riportato alla finestra di origine Aggiungi immagini e il percorso della tua cartella verrà elencato nella casella di testo. Scegli un nome per le tue foto e fai clic su OK per continuare.

Questo ti riporterà al sottomenu Immagini principale e la tua cartella sarà elencata nel menu. Nel mio caso, puoi vedere le mie foto del campione cartella elencata tra Picture add-ons e aggiungere immagini .. .

Kodi tenterà quindi di scansionare la cartella per avere un’idea migliore del tipo di file in quella directory.

Al termine della scansione, fai clic nella nuova directory e dai un’occhiata alla tua libreria di immagini.

Menu della barra laterale Immagini

opzioni immagini

È possibile accedere al menu della barra laterale Immagini spostando il mouse sul lato sinistro dello schermo e selezionando Opzioni nell’angolo in basso a sinistra, oppure premendo la freccia direzionale sinistra se si utilizza un telecomando con un D-pad .

Dal menu della barra laterale, è possibile modificare le impostazioni relative alla modalità di visualizzazione delle immagini e alla visualizzazione delle presentazioni. Le opzioni di visualizzazione sono abbastanza autoesplicative, ma voglio comunque fare un piccolo escursus sule impostazioni della presentazione. Sono elencati sotto l’intestazione Opzioni varie.

Azioni

Una volta che ti trovi in ​​una cartella che contiene immagini, vedrai tre cose elencate nel menu della barra laterale: Presentazione, Presentazione ricorsiva e Casuale. Le uniche impostazioni modificate qui sono le opzioni per la randomizzazione dell’ordine di visualizzazione delle foto.

Le opzioni Presentazione e Presentazione ricorsiva avvieranno (prevedibilmente) una presentazione usando le immagini in questa cartella. Una presentazione ricorsiva cercherà anche in tutte le sottocartelle della directory e includerà anche quelle immagini nella presentazione.

Le impostazioni della presentazione in Kodi sono state leggermente ridotte e  sono state rese più facili da capire. Solo un po ‘però. Penso che ci sia ancora spazio per miglioramenti, soprattutto per gli utenti che non sono programmatori o che la lingua principale non è l’inglese. La ricorsione è un argomento di cui non sento parlare molto spesso, a meno che non parli con i miei amici programmatori o sistemisti.

 

Come configurare i componenti aggiuntivi di Kodi

I componenti aggiuntivi sono al centro di Kodi. In effetti, molte persone sostengono che senza sviluppatori di terze parti che creano componenti aggiuntivi e aggiungono funzionalità extra, Kodi non sarebbe così popolare come lo è oggi.

Kodi include un repository ufficiale pieno di centinaia di componenti aggiuntivi forniti e supportati dai membri del Team Kodi o dagli sviluppatori di cui si fidano. Puoi trovare un componente aggiuntivo per qualsiasi cosa tu voglia: skin, servizi di streaming, sport, TV in diretta … l’elenco potrebbe continuare.

Se questo non è abbastanza per te, ci sono tonnellate di repository non ufficiali su Internet da cui puoi scaricare componenti aggiuntivi. Molti di questi componenti aggiuntivi sono di qualità discutibile e legalità ancora più discutibile, quindi non sono qualcosa che tratterò in questa guida all’installazione di Kodi.

Come installare i componenti aggiuntivi di Kodi

Il modo più semplice per installare i componenti aggiuntivi di Kodi è scorrere verso il basso fino al  menu dei componenti aggiuntivi e quindi accedere al browser dei componenti aggiuntivi .

Il browser aggiuntivo Kodi

Una volta aperto il browser del componente aggiuntivo, troverai un paio di opzioni diverse.

  • I miei componenti aggiuntivi : verrà visualizzato un elenco di tutti i componenti aggiuntivi, suddivisi per categoria e se sono abilitati o disabilitati su questa installazione di Kodi.
  • Installa dal repository : sono tutti i componenti aggiuntivi disponibili per l’installazione nel repository ufficiale di Kodi. Eseguiremo il processo di installazione da qui sotto.
  • Installa da file zip : se stai installando un componente aggiuntivo che non è nell’elenco ufficiale, ecco come lo farai. Dovrai scaricare un file zip sul tuo dispositivo e cercarlo usando questa opzione. È un po ‘più ingombrante, ma ti permetterà di installare tutto ciò che vuoi.
  • Cerca : se sai quale componente aggiuntivo stai cercando o hai solo un’idea generale dell’argomento, puoi inserirlo qui e vedere i risultati.
  • Aggiornato di recente : questo mostrerà componenti aggiuntivi che sono stati aggiornati di recente.

Per i nostri scopi, installeremo uno dei componenti aggiuntivi video un clinet PVR per vedere canali IPTV direttamente da Kodi.

Quindi dalla schermata Adonn clicca sulla scatolina in alto a sinistra e fai clic su Installa dal repository .

repository

I componenti aggiuntivi sono suddivisi in diverse categorie come menu di scelta rapida, componenti aggiuntivi del programma e componenti aggiuntivi Look and Feel. Installeremo un componente aggiuntivo Video PVR.

Kodi PVR client

In questo esempio, installeremo l’addon IPTV Simple Client per la visualizzazione di flussi video in streaming in formato m3u8 .

IPTV Simple Client

Dopo aver selezionato il componente aggiuntivo che desideri installare, verrai portato a una schermata con una breve descrizione e alcune opzioni aggiuntive.

Fai clic su Installa per continuare.

installa

 

Dopo aver deciso di installare un componente aggiuntivo, verrai reindirizzato al browser del componente aggiuntivo e l’installazione avrà inizio. Riceverai una notifica al termine dell’installazione del componente aggiuntivo.

Una volta che ciò accade, fai clic di nuovo nel componente aggiuntivo e tutte le opzioni che erano visualizzate in grigio nella pagina della descrizione saranno ora disponibili.

PVR simple Client

 

Quello che probabilmente userai più spesso è il pulsante Configura . Qui troverai tutte le opzioni abilitate dai programmatori del componente aggiuntivo. Molti componenti aggiuntivi non avranno nulla disponibile in questa schermata, quindi non essere troppo sorpreso se è vuoto.

configura pvr

 

Un’ultima nota: Kodi ora ti dà la possibilità di configurare ciascun componente aggiuntivo per aggiornarlo automaticamente da solo o non aggiornarlo mai. In generale, ho impostato i miei componenti aggiuntivi per l’ aggiornamento automatico di Kodi perché voglio essere sicuro di avere l’ultima versione con nuove funzionalità o correzioni di bug. Di tanto in tanto, l’aggiornamento di un componente aggiuntivo provoca la sua interruzione, quindi ciò consente di trovare una versione che funziona e di mantenerla indefinitamente.

 

Conclusione

Questa non è affatto una guida esaustiva alla configurazione di Kodi. Per fare ciò probabilmente raddoppierebbe o triplicerebbe la lunghezza di questo articolo. Ci sono stati argomenti che ho toccato solo brevemente e altri che non ho menzionato affatto.

Tuttavia, questa guida dovrebbe aiutarti a far funzionare un’installazione di Kodi da zero e arrivare al punto in cui puoi iniziare a goderti i tuoi contenuti multimediali.

Se desideri approfondire alcuni argomenti, lascia un commento sotto la guida.

Leave a Reply