Come guadagnare su Instagram: 3 infallibili strategie

Tutti vogliono sapere come guadagnare su Instagram. Impara a lavorare come influencer, a essere un affiliato di marketing o a vendere i tuoi prodotti.

 

Tutti vogliono sapere come guadagnare su Instagram. In ogni caso ci occupiamo di qualcosa e di solito spendiamo soldi invece di guadagnarli.

Negli ultimi anni, il feed infinito di foto meravigliose di Instagram si è evoluto in qualcosa tra una rivista patinata, i gusti del tuo migliore amico e una boutique.

Con oltre un miliardo di utenti mensili , il 71% dei quali ha meno di 35 anni, Instagram è la piattaforma dell’aspirazione, dell’ispirazione e, ora, del checkout in-app.

Banalmente ci sono tre modi principali per fare soldi e guadagnare su Instagram.

  • Lavora come influencer pubblica contenuti sponsorizzati da vari Marchi
  • Diventa un affiliato di marketing che vendi prodotti di altre persone o altri Marchi
  • Diventa un imprenditore semplicemente vendi i tuoi prodotti

 

Come guadagnare su Instagram

Strategia 1: Crea e pubblica contenuti sponsorizzati

Molti dei post che transitano sulla tua pagina instagram quando la scorri  non sono altro che post sponsorizzati  solitamente proposti da quelli che identifichiamo come “influencer di Instagram“. A fine 2019 si contavano oltre 500.000 influencer attivi su Instagram.

Il requisito di base qui è un numero di follower da decente a impressionante e un tasso di coinvolgimento competitivo. Questa strategia fa per te se sei capace di coinvolgere le persone, al punto da fidarsi di te tanto da acquistare ciò che tu consigli, ovvero i prodotti dei marchi che sponsorizzi.

Il fascino di questa strategia è che coinvolge il marketing senza nessuno dei grattacapi dell’e-commerce: non devi preoccuparti di creare o gestire ordini del cliente, non devi creare prodotti, devi solo essere te stesso e pubblicare articoli legati ai servizi o ai marchi che ruotano attorno alla tua vita.

Chiaramente all’inizio, non verrai contattato da grandi e famosi marchi, inoltre bisogna fare molta attenzione perchè ci sono molti truffatori che prendono di mira proprio i piccoli influencer.

Va detto che anche se riesci ad ottenere dei risultati con i contenuti sponsorizzati, dovrai fare i conti con la tua integrità, ovvero dovrai cercare un equilibrio fra entrate e vita vera, in fin dei conti è la tua persona, il tuo marchio personale che metti in gioco e questo inflenzerà molto il modo di guadagnare su Instagram.

 

Ecco come iniziare come influencer di Instagram

Passaggio 1: scegli una nicchia

Per essere credibili ed essere pagati su Instagram, dovrai essere tutt’uno con il tuo marchio, dovrai essere il primo a crederci sul serio.

Fai molta attenzione a quali clienti si rivolgono i tuoi potenziali partner sempre più spesso confronteranno il tuo pubblico con il loro mercato di riferimento. Secondo un recente studio, il 55% dei brand afferma di preferire i micro-influencer , poichè si ritiene abbiano una connessione più veritiera diretta e autentica con i loro follower.

Ciò significa che più specifico sei, meglio è.  Ad esempio usare l’hastag “Vegan” non è una buona idea poichè molto probabilmente i grandi marchi occupano già quella nicchia, quindi perché non provare ” papà sobrio e vegano ultra-maratoneta che intervista personaggi famosi sul suo podcast “? Chiaramente è stato già usato….ma volevamo un po scherzare.

 

Passaggio 2: crea fiducia e fai crescere il tuo pubblico

L’81% degli influencer di Instagram ha tra 15.000 e 100.000 follower. Se non ci sei ancora, niente panico. Non ci sono scorciatoie per aumentare il numero di follower , ma esistono strategie collaudate.

Numero medio di followre
Fonte: eMarketer

Impegnati a pubblicare messaggi in modo coerente. E impegnati a pubblicare contenuti che siano esattamente ciò che il tuo pubblico desidera. Ad esempio, @Pedalboard_of_the_day pubblica una pedaliera ogni giorno per i suoi 102.000 follower, proprio come promette il nome.

Passaggio 3: collabora con i grandi Marchi

Esistono due percorsi principali per entrare in contatto con i partner e con grandi marchi:

  • Trovali presentandoti direttamente.  Contatta tu stesso i marchi che ammiri e dì loro cosa puoi offrire. La presentazione del tuo marchio deve fornire molti dettagli convincenti sul tuo pubblico e sul tuo approccio.
  • Aiutali a trovarti iscrivendoti a una piattaforma di influencer marketing.  Questi sono solo alcuni AspireIQ , Upfluence e Famebit sono ottimi punti di partenza.

Ecco una chicca che ti farà sobbalzzare, i marchi sono desiderosi di cercare influencer efficaci, quindi lavora al massimo per essere sempre al top.

 

Passaggio 4: pubblica in modo trasparente

Come influencer hai degli obblighi, ad esempio in America o nel Regno Unito, sei legalmente obbligato a chiarire quando pubblichi un annuncio. Le linee guida della Commissione federale americana per il commercio richiedono che la divulgazione e la comunicazione sia chiara e di facile comprensione. Nel frattempo, la Advertising Standards Authority nel Regno Unito non si preoccupa di come presenti il tuo contenuto ma nel caso sarebbe sempre meglio aggiungere l’hastag #ad.

Per rimanere dalla parte giusta della legge, usa l’hashtag “#” ad above the fold (cioè nelle prime tre righe in modo che le persone non debbano fare clic per trovarlo).

 

Ancora meglio: per chiarire che si tratta di un post sponsorizzato, usa il tag Paid Partnership, che Instagram ha creato nell’ottobre 2017.

 

Strategia 2: diventa un affiliato di marketing

A differenza dei contenuti sponsorizzati, questa strategia si basa sopratutto sul generare vendite. Questo perché guadagni solo quando i tuoi follower acquistano effettivamente il prodotto. Il lato positivo dell’affiliate marketing è che non dovrai preoccuparti di creare alcun prodotto, gestire ordini, magazzini o spedizioni, queste sono preoccupazioni del marchio.

Lo svantaggio è che richiede una solida strategia se vuoi crescere senza infastidire il tuo pubblico. Inoltre il termine “affiliate marketing” nel tempo ha acquisito dei connotati non piacevoli legate a siti truffaldini, ma chiaramente non è così, un esempio? Amazon ha un programma di affiliate marketing.

 

 

Il marketing di affiliazione è in realtà un punto di vista intelligente e consolidato sul marketing. Raccomandi le tue penne, mascara o cibo per cani preferiti e fornisci un link per acquistare il prodotto oppure un codice promozionale con un piccolo sconto. Sia il link che il codice promozionale sono unici per te, quindi il commerciante può monitorare le vendite in base ai tuoi sforzi. Guadagni una commissione o una percentuale per ogni vendita.

Intanto Instagram lancia i tag dei prodotti e Instagram Checkout ,  che permette ai professionisti del marketing  di non limitarsi più a dire “link in bio”. I clienti troveranno più facile acquistare su Instagram, pertanto gli affiliati di marketing potrebbero vedere aumentare le loro vendite.

Passaggio 1: scegli una nicchia

La nicchia di un affiliato di marketing differisce dalla nicchia di un influencer sponsorizzato in quanto può essere più focalizzata sul prodotto. Ad esempio, gli affiliati di marketing a volte iniziano come recensori di prodotti.

Se hai appena iniziato, hai il “lusso” di poiter scegliere un pubblico con desideri materiali specifici, ad esempio proprietari di cani che desiderano una guida agli acquisti e cercano offerte sul miglior cibo per cani. (E i migliori collari, le migliori ciotole per cani, i migliori occhiali per cani, eccetera.)

 

Passaggio 2: trova i commercianti con cui affiliarsi

Puoi affiliarti direttamente a un marchio o unirti a quella che viene chiamata “rete di affiliazione” o entrambi. (La risposta è sempre entrambe le cose.)

 

Le reti di affiliazione sono piattaforme intermedie tra marchi che gestiscono programmi di affiliazione e operatori di marketing come te. Esistono perché, mentre un imprenditore solista che vende corsi online potrebbe essere desideroso di espandere la propria portata al tuo pubblico, un’azienda Fortune 500 deve ridimensionare e automatizzare i propri sforzi. Le reti di affiliazione sono progettate per offrirti una vasta gamma di prodotti tra cui scegliere. E non sei nemmeno limitato a una sola rete.

Amazon Associates è il punto di partenza più ovvio. La limitazione è che non offrono codici; devi utilizzare il link di affiliazione che forniscono. Anche se è fantastico per Pinterest, blog o newsletter via e-mail, su Instagram devi inserire quel link nella tua biografia o, se hai un account aziendale , nella tua storia di Instagram.

 

 

Clickbank , Rakuten e CJ Affiliates sono anche reti di affiliazione affidabili da considerare.

Passaggio 3: pubblicare informazioni sul prodotto

Come per gli influencer, anche il marketing di affiliazione rientra nelle regole FTC e ASA , quindi sii chiaro sulla natura del tuo rapporto con il prodotto. Fortunatamente, il 54% delle persone afferma di apprezzare la trasparenza quando i professionisti del marketing divulgano le proprie relazioni e l’hashtag #ad .

Strategia 3: Vendi i tuoi prodotti

La terza strategia per fare soldi su Instagram va oltre il marketing e e il mondo degli e-commerce.

Invece di concentrarti su altri marchi, vendi il tuo marchio il tuo prodotto. Questo potrebbe essereun bene tangibile, come un libro, un prodotto di artigianato, ma anche il tuo tempo, le tue conoscenze, insomma vendi consigli come consulente, vendi il tuo parere su moda o qualsiasi altro cosa in cui eccelli, o semplicemente la tua linea di alta moda.

E se possiedi già un’attività, vendere su Instagram è un’ovvia aggiunta alla tua strategia di marketing.

Trasformare il tuo pubblico in clienti potrebbe essere una scelta naturale. E con l’ascesa di piattaforme di e-commerce come Wix oppure Ecwid e servizi di stampa su richiesta come Printful , è sempre più semplice gestire un’attività online che offre prodotti reali.

Passaggio 1: immagina il tuo prodotto

Le modelle vendono vestiti, gli esperti di marketing vendono corsi online, il tuo prodotto potrebbe essere un’estensione naturale e intuitiva di ciò che stai già facendo.

Prendi spunto dalla modella/influencer Alexa Chung ha creato la sua omonima linea di abbigliamento oppure la modella/influencer Jeanne Damas che ha fondato @rouje .

 

Mentre su una scala di progetti di vendita più accessibile, il fotografo @AndrewKnapp ha creato un e-commerce per il suo cane influencer  Momo  @momosface per la vendita di adesivi, libri e stampe.

 

Passaggio 2: crea il tuo prodotto

Se il tuo piano aziendale prevede la vendita di prodotti su Instagram al contrario, del dropshipping dove non devi avere ne prodotto ne magazzino ( ne riparleremo in un altro articolo) dovrai chiaramente produrli o avere un fornitore.

Passaggio 3: imposta il tuo account in modo che sia acquistabile

Negli ultimi anni, Instagram ha implementato tutti i tipi di funzionalità incentrate sullo shopping: la scheda Esplora, i tag dei prodotti, i post acquistabili, le storie acquistabili e il pagamento di Instagram.

Per trarne il massimo vantaggio e guadagnare su Instagram, è necessario un account aziendale.

È inoltre necessario creare un catalogo prodotti dove descrivi i tuoi prodotti, variabili e caratteristiche.

Passaggio 4: crea la tua infrastruttura di e-commerce

Crea un sito web per fornire maggiori informazioni ai tuoi clienti provenienti sia da Instagram ma anche da altre piattaforme. Probabilmente dovrai anche creare una pagina di destinazione landing page, per guidare le persone attraverso i passaggi finali di acquisto. Tieni sempre in primo piano l’esperienza utente del tuo pubblico, rendi il tuo negozio facile, chiaro e dall’utilizzo fluido.

Se non sai come aprire un e-commerce ti consiglio di leggere la nostra guida sulla piattaforma WIX, adatta alla creazione di un e-commerce di successo anche a chi non ha tali competenze.

Passaggio 5: pubblica i tuoi prodotti

Puoi pubblicizzare i tuoi prodotti usando i normali post o storie di Instagram. Gli strumenti di analisi di Instagram ti aiuteranno a misurare il tuo successo.

Detto questo, se le tue storie non si convertono in vendite , potresti dover rivedere la tua strategia di marketing.

Passaggio 6: evadi i tuoi ordini

A seconda del prodotto, puoi gestire tu stesso l’inventario, esternalizzare a una società di logistica di terze parti o vivere lo stile di vita del dropshipping (che è quando il produttore lo invia al cliente stesso).

Chiaramente se ti farai carico di spedire direttamente ai tuoi clienti, dovrai valutare aspetti come magazzino, stoccaggio delle merci, e spedizioni affidabili e veloci.

Come guadagnare soldi su Instagram nel 2020: suggerimenti.

Ora che hai deciso quale strategia di marketing adottare per vendere e guadagnare su Instagram, vogliamo darti un po di utili suggerimenti per rendere questa esperienza profittevole e divertente, perchè fare soldi con Istagram è possibile ma non alla portata di tutti.

Conosci il tuo valore

Gli influencer devono sapere: qual è il tasso di pubblicazione di una storia (con scorrimento verso l’alto) , diciamo, 27.000 follower? Quanto fanno pagare le persone per offrire un prodotto in omaggio a un pubblico di nicchia con un impressionante tasso di coinvolgimento del 5%?

Quando è il momento di negoziare tariffe con i marchi, hai bisogno di informazioni solide sul panorama. Ti consigliamo di non fermarti al primo marchio che si propone e non fare mai da solo, se sei a questo livello consulta un professionista o uno studio cemmercialistico.

Tieni d’occhio i tuoi concorrenti

Usa il monitoraggio (e l’ascolto) dei social media per rimanere in cima alla conversazione nel tuo campo e tra i tuoi concorrenti.

Imposta flussi di ricerca specifici per Instagram in Hootsuite per vedere cosa sta succedendo sulla piattaforma. Quindi imposta avvisi utilizzando Hootsuite Insights per monitorare cosa stanno facendo i tuoi concorrenti ovunque.

 

Rispondi rapidamente alle richieste dei clienti

Twitter ha scoperto in uno studio che il 71% delle persone si aspetta risposte dal servizio clienti in meno di un’ora sui social media. Una risposta quasi immediata è fondamentale per la tua strategia di assistenza clienti .

Sii professionale

Parlando di professionalità, questo è un business. I tuoi partner e i clienti del tuo marchio lo trattano come tale. Come influencer, saltare le scadenze e ignorare i contratti è il modo più veloce per bruciare i ponti e non avere più alcuna possibilità di guadagno.

Non comprare follower falsi

Basta non farlo. Non funziona ed è un po ‘imbarazzante. Inoltre oggi si chiama frode. NON FARLO!!

 

 

Usa gli strumenti di Instagram per risparmiare tempo

Qualsiasi imprenditore ti dirà quanto velocemente passano le ore e i giorni quando si avvia un’attività. Esistono dozzine di strumenti per aiutarti ad automatizzare i tuoi post, modificare foto e video o eseguire rapporti sulle prestazioni del tuo account.

Promuoviti su altri canali

Devi fornire qualcosa di più dell’ispirazione se stai cercando di trasformare le visualizzazioni in vendite e guadagnare soldi su Instagram.

La creazione di un blog o di un canale YouTube espanderà il tuo content marketing per fornire le informazioni che i potenziali acquirenti desiderano quando prendono le loro decisioni di acquisto.

Allo stesso modo, l’utilizzo di altre piattaforme di social media amplierà la tua portata. E le newsletter via email significano che non sei in balia dell’algoritmo di Instagram, quando comunichi al tuo pubblico nuovi contenuti. Ricorda inutile comprare migliaia di indirizzi email, se il potenziale cliente non ha scelto di iscriversi alla tua newsletter, molto probabilmente cestinerà e identificherà come spam le tue email promozionali.

Ora sei pronto a far decollare il tuo business e a fare soldi su Instagram.

Leave a Reply