Come eseguire il backup di un iPhone: la guida definitiva per proteggere il tuo telefono

Salva i tuoi dati dal limbo tecnologico!

Perdere il telefono o distruggerlo così tanto che non puoi nemmeno usarlo, è un incubo tecnologico. Ma sono i dati all’interno che contano davvero per la maggior parte di noi. Non il vetro e l’alluminio all’esterno.

Per chi usa un iPhone è quasi difficile perdere la maggior parte delle cose che amiamo, come foto e messaggi. Tuttavia, dovresti comunque sempre un backup per assicurarti di essere pronto per il peggio.

Esamineremo i modi in cui è possibile eseguire il backup dei dati con le misure di Apple, nonché i modi di terze parti per proteggere i dati.

Come eseguire il backup su iCloud

Come eseguire il backup su iCloud

Ad Apple piace rendere la vita facile se, ed è un grande ‘se’, si segue modo di fare le cose secondo di Apple. I suoi dispositivi sono quasi sempre collegati ad iCloud, il servizio di backup online dell’azienda.

Questo è integrato in tutti gli iPhone e semplifica la sicurezza dei tuoi dati.

Per verificare di avere il backup iCloud attivato, vai su Impostazioni sul tuo dispositivo, tocca il tuo nome nella parte superiore dell’elenco e seleziona iCloud, nella parte superiore del sistema di menu. In questa pagina verrà visualizzato un elenco di tutte le app e i servizi attualmente collegati a iCloud.

Backup iphone

Perdere le foto è come perdere la memoria. Tocca la voce Foto nella pagina iCloud e avrai un’idea di come funziona. Come standard nel 2019, gli iPhone sono impostati su una modalità chiamata “Ottimizza archiviazione iPhone“.

Questo carica le tue foto su iCloud alla massima risoluzione e, quando il tuo iPhone inizia a rimanere senza spazio, sostituisce silenziosamente quei file locali con quelli più piccoli e meno dettagliati.

Anche Game Center è molto importante. Salva i tuoi progressi in molti giochi, quindi non è necessario riavviare completamente se si aggiorna il telefono o lo si perde.

Ma come funziona il backup iCloud? Il tuo iPhone aggiornerà automaticamente il suo backup cloud regolarmente. Ad esempio, proprio ora alle 9:46, il nostro iPhone mostra il suo backup iCloud come ultimo aggiornamento alle 7:39.

iCloud BackUp Iphone

Puoi farlo anche manualmente. In Impostazioni> iCloud> Backup iCloud vedrai l’interruttore principale per il tuo backup iCloud e l’opzione per forzare un aggiornamento di ciò che è contenuto in iCloud.

iCloud è ventilato, facile e affidabile. Ma se lo usi un po ‘, presto affronterai l’upsell di Apple. Ottieni 5 GB di spazio di archiviazione online di serie, che non andrà molto lontano per i tipi di fotografo.

Vai su Impostazioni> Gestisci piano di archiviazione> Modifica piano di archiviazione e puoi aggiornare fino a 2 TB di spazio, ma devi pagare. Quindi quali altre opzioni ci sono?

Google Foto

Puoi utilizzare il servizio di backup fotografico di Google per Android anche se hai un iPhone. L’appeal principale è l’archiviazione gratuita e illimitata di immagini a qualità ridotta.

Le tue foto vengono effettivamente ridimensionate in termini di risoluzione solo se superano i 16 megapixel, quindi nessun problema per il tuo iPhone. Ma Google mette anche le cose in compressione, per farle occupare meno spazio sui suoi server.

Per iniziare con il backup di Google Foto sono necessarie due cose. Innanzitutto, l’app Google Foto. Basta scaricarlo dall’App Store.

Google Foto non ti fa abbassare la qualità delle tue foto. Puoi anche caricare gli originali. Proprio come iCloud, sei limitato dallo spazio di archiviazione assegnato al tuo account. Tuttavia, Google è un po ‘più generoso di Apple. Offre 15 GB di serie anziché 5 GB.

Vedrai l’opzione per il backup delle tue foto tramite Google Foto la prima volta che avvii l’app sul tuo iPhone.

Come eseguire il backup di iPhone su iTunes

Se sei seduto di fronte allo schermo del tuo laptop o telefono e ti chiedi perché tutti sono ossessionati dalla “nuvola” in questi giorni, c’è un altro modo. Puoi anche eseguire il backup del tuo iPhone alla vecchia maniera, usando iTunes.

Questo scarica tutto il contenuto dal tuo telefono sul tuo disco rigido, per un backup più solido di quanto iCloud possa fornire.

È abbastanza facile Collega il tuo iPhone al tuo laptop o desktop usando il suo cavo di ricarica ed esegui iTunes. Se è la prima volta che si collegano i due, è necessario toccare il telefono per “fidarsi” del computer.

Nella scheda Riepilogo dell’area iPhone di iTunes dovresti vedere una casella di backup. Ti consente di passare dal backup iCloud alla memoria locale e creare manualmente un file di backup.

Per la maggior parte delle persone, questa è solo una buona opzione se si dispone di un disco rigido di grandi dimensioni piuttosto che della memoria a stato solido di un MacBook . L’SSD di un MacBook è molto veloce e molto costoso per gigabyte, quindi è probabilmente sprecato in dati di backup che rimarranno lì.

Software di terze parti

Esistono anche diverse applicazioni di terze parti che ti offrono molto più controllo rispetto alle soluzioni di Apple. Quando esegui il backup con iTunes, ti ritrovi con un file in gran parte impenetrabile che difficilmente toccherai fino a quando non dovrai utilizzarlo per ripristinare su un nuovo iPhone.

Un pacchetto come iPhone Backup Extractor è un po ‘diverso. Ha un’interfaccia che ti consente di sfogliare i contenuti di un backup.

Ciò è particolarmente utile se, ad esempio, il tuo iPhone viene rubato e invece decidi di passare a un Android. In questo caso potresti essere in grado di ottenere tutte le tue foto archiviate su iCloud senza intoppi, ma altri tipi di dati potrebbero essere più problematici. Queste app di backup di terze parti aiutano.

Come con qualsiasi software di terze parti che gestisce i tuoi dati, devi fare molta attenzione a quali applicazioni ti fidi. Ed è per questo che hai davvero bisogno di entrare a far parte di un servizio riconosciuto e di lunga durata come iPhone Backup Extractor o iMazing , piuttosto che uno che afferma di salvare gratuitamente i tuoi backup.

La versione gratuita di iPhone Backup Extractor ti consente di estrarre quattro file da un backup, per verificare che funzioni e che l’interfaccia ti piaccia abbastanza bene. Per una versione completa è necessario acquistare una licenza. Il servizio gratuito di iTunes sembra probabilmente un’opzione piuttosto accurata ora, giusto?

Leave a Reply